Sei in » »
02/09/2017 12:59 | Attualitą


Dopo la richiesta del Comune di Lecce di riavere indietro l'Istituto Antonacci per ciechi, l'avvocato Francesco Baldassare ai nostri microfoni spiega: "l’immobile come è noto, originariamente apparteneva ad alcune famiglie benestanti di Lecce, poi l’Amministrazione Comunale lo ha concesso ai non vedenti nel 1919, impegnandosi a versare annualmente la somma di 1.500 lire e conservando per sé la proprietà di un terzo dell’immobile”.
 
Un canone, però, che secondo il CdA non viene corrisposto da circa 30 anni e così, per poter funzionare, è stato deciso di adibire parte del Palazzo a servizi ricettivi per turisti, studenti e visitatori, impegnandosi ad applicare una tariffa scontata del 50% ai disabili.


0,03125