Sei in » »
16/03/2017 14:45 | Attualità


'Mi hanno distrutto tutto, chi mi pagherà i danni subiti?', ha il volto di chi sta per arrendersi, ma non vuole piegarsi all'idea che a vincere sia chi ha torto Luigi Marzo, il pensionato 72enne di San Pietro in Lama che ha ereditato dalla sorella una masseria sulla strada che da Lecce conduce a Novoli.

Nell'abitazione, circondata da un terreno di 13 ettari e da alcuni capannoni, l'uomo non può metterci perché è stata abusivamente occupata da alcune famiglie rom. 

Nessuno ha mai mosso un dito per restituire la masseria al legittimo proprietario e l'uomo, dopo aver bussato tutte le porte senza trovare risposta, ha deciso carte alla mano di rivolgersi alla stampa locale per chiedere aiuto.

"La cosa assurda - ha dichiarato Marzo - è che i rom mi hanno chiesto di mostrargli i documenti che attestassero che la masseria occupata è mia".

Dove arriveremo di questo passo? si domanda, e forse qualcuno dovrebbe dargli la risposta che meriterebbe

 


0,015625